Cambio valuta euro, come e dove è necessario farlo

By | 6 marzo 2014

Tutte le dritte riguardanti il cambio valuta dell’euro, con i paesi dove è necessario cambiare la nostra moneta con la valuta locale e i modi più convenienti per farlo.

Uno dei principali motivi che ha portato l’Unione Europea all’adozione di una moneta unica è il cambio valuta, che prima del 2002 avveniva ogni volta che superavamo i confini dell’Italia per qualsiasi viaggio, anche di breve distanza.

L’importante è parlare di Unione Europea quando si pensa all’euro, perché se si tratta del continente Europa il discorso cambia e in alcuni paesi, anche molto vicini o confinanti (come vedremo di seguito) all’Italia, ancora oggi è richiesto il cambio valuta dell’euro per effettuare transazioni al loro interno.

Si tratta dei paesi europei che però non si trovano nell’Unione Europea, in grado di aggiungersi a tutto il resto del mondo. Questi paesi sono la confinante Svizzera, l’Ucraina, il Liechtenstein, l’Albania, la Bielorussia, la Russia, la Turchia, la Serbia, la Norvegia, la Bosnia, la Moldavia, la Macedonia e l’Islanda.

Nei paesi appena citati è dunque necessario fare il cambio valuta dell’euro con la moneta locale (franco svizzero, rublo russo, ecc.), ma come fare e qual è il modo più conveniente per farlo?

La risposta è semplice: vi servirà un convertitore valuta, che potrete trovare gratis sul nostro sito. Calcolando a quanto equivale il vostro denaro con il tasso di cambio aggiornato, eviterete di scegliere un ufficio di cambio valuta poco conveniente, viste le commissioni variabili che vengono applicate.